Quanto deve bere un gatto ogni giorno?

Quanto deve bere un gatto ogni giorno?

Quanto deve bere un gatto? Domandarselo è più che lecito, soprattutto quando si decide di prendere un gatto e non si conoscono al cento per cento bisogni e abitudini di questi amati felini.

Saper gestire l’alimentazione di un animale domestico è indispensabile per la sua salute, ma non trascurare il fabbisogno di acqua, elemento indispensabile per la sopravvivenza! Un gatto dovrebbe sempre avere a disposizione una ciotola piena di acqua fresca e pulita, in modo da poter provvedere autonomamente alla propria idratazione. Ma quanto beve un gatto? O meglio, quanta acqua dovrebbe bere un gatto per mantenersi in forma e in salute?

Ecco tutto ciò che devi sapere sul fabbisogno di acqua dei felini.

Quanto deve bere un gatto: fabbisogno giornaliero

In media, un gatto dovrebbe bere circa 50-60 ml di acqua per ogni chilogrammo di peso corporeo. Vale a dire che un gatto medio, di circa 4 kg, dovrà bere ogni giorno 200 ml di acqua almeno, che corrispondono ad un bicchiere di plastica pieno.

Probabilmente se hai un gatto da poco tempo adesso ti starai allarmando, chiedendoti se in effetti il tuo gatto raggiunga il fabbisogno giornaliero di acqua. Questo perché, a differenza dei cani, i gatti si regolano in modo autonomo sul consumo di acqua, e in genere bevono poco. Come abbiamo visto quando abbiamo parlato di un gatto che non beve o beve poco, infatti, non sono dei grandi patiti di acqua, e ne assumono giusto la quantità necessaria per sopravvivere. Allo stesso tempo però sono molto schizzinosi, e anche una ciotola non in linea con i loro gusti potrebbe scatenare in loro il rifiuto per l’acqua. Ti consigliamo di aprire l’articolo linkato qui sopra per scoprire di più e prepararti a ciò che ti aspetta!

Quanto deve bere un gatto? Variabili

Abbiamo visto quanto deve bere un gatto in media, ma naturalmente si tratta di un fabbisogno variabile, che può essere influenzato da diversi fattori. Un gatto molto attivo durante il giorno, che fa una grande quantità di attività fisica, avrà di certo bisogno di bere di più, un po’ come capita a noi se ci alleniamo. Allo stesso tempo, fattori che aumentano il fabbisogno di acqua di un gatto possono essere:

  • Allattamento
  • Clima secco
  • Temperatura ambiente molto alta

    Se noti un aumento nella sete del tuo micio in corrispondenza di qualsiasi di questi fattori, quindi, non preoccuparti: è del tutto normale.

Ricorda però che il fabbisogno può essere anche inferiore, e questo dipende dal tipo di alimentazione che hai scelto per il gatto. Infatti, i felini che vengono nutriti con cibo umido hanno bisogno di bere meno acqua, in quanto riescono ad assorbire i liquidi necessari già dagli alimenti. Considera che 40 grammi di crocchette (cibo secco) contengono soltanto 4 grammi di acqua, ovvero soltanto 4 millilitri sui 200 che dovrebbe bere.

Al contrario, il cibo umido contiene il 70-80% di acqua, perciò viene da sé che un gatto nutrito in questo modo senta meno bisogno di bere durante il giorno. Per fare un paragone diretto, considera ora che 180 grammi di cibo umido contengono ben 140 grammi di acqua!

Quanta acqua beve un gatto: troppa?

A volte può venire il dubbio contrario rispetto a quello già analizzato: forse il mio gatto beve troppo?

Se noti un aumento della sete del tuo micio e non in concomitanza con i fattori elencati prima, le cause possono essere diverse. Innanzitutto, pensa se hai cambiato qualcosa nella sua alimentazione: cibi molto proteici o più saporiti possono causare un aumento della sete e indurre il gatto a bere di più, così come l’integrazione di cibi secchi per la poca quantità di acqua contenuta.

Se però non è cambiato nulla nella sua dieta, non fa particolarmente caldo e la sua attività fisica è sempre la stessa, allora potrebbe essere un campanello d’allarme. Ci sono infatti diverse patologie che possono indurre il tuo micio a bere più acqua durante il giorno, come per esempio:

  • Insufficienza renale o altre malattie a carico dei reni
  • Patologie gastro-intestinali
  • Diabete
  • Infezioni dell’utero

Se oltre a questo comportamento noti sintomi come vomito, diarrea, scarso appetito e abbattimento rivolgiti subito al veterinario di fiducia per una visita approfondita. Anche senza la presenza di altri sintomi però ti consigliamo di far controllare il tuo micio se l’aumento eccessivo di sete si protrae per diversi giorni. Il rischio infatti è quello di andare incontro a disidratazione e problemi seri ad essa correlati.

Continua a seguirci su Animali a Casa per sapere tutto sul tuo gatto, dal modo migliore per trattare il suo pelo alla spiegazione dei suoi buffi comportamenti: alla prossima!

Leggi anche: Insegnare al gatto a non salire sul tavolo: come fare?

QUI TROVI I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *