Perché i gatti ti seguono in bagno: 7 motivi possibili

Perché i gatti ti seguono in bagno: 7 motivi possibili

Se hai un gatto, di certo ti avrà fatto abituare ai suoi buffi comportamenti. Chissà quante volte ti capita di guardarlo fare qualcosa e chiederti semplicemente… perché? Perché i gatti ti seguono in bagno, per esempio? 

È un buffo modo per dimostrare affetto o il sintomo di qualche carenza? In realtà ci possono essere diversi motivi dietro a questo comportamento che, in alcuni casi, li porta anche a sviluppare la skill di aprire le porte. Scopriamo quindi perché i gatti ti seguono in bagno e cosa sta cercando di comunicarti il tuo micio invadendo la tua privacy in quel suo modo così dolce.  

Nota bene: no, non troverai la soluzione per farlo smettere. Sì, il gatto continuerà a seguirti in bagno che tu lo voglia o no. 

Perché i gatti ti seguono in bagno? 

Se hai deciso di prendere un gatto, una delle cose di cui ti sarai reso conto è che ama seguire il proprio padrone. Questo succede perché ti vuole bene, certamente, e ricerca la tua attenzione in quanto compagno di coccole, di giochi o di sonno. 

A volte quello che vuole è semplicemente la tua compagnia. Infatti, spesso ciò che gli importa non è tanto quello che fai, ma il fatto di trovarsi nella stessa stanza con te. Magari tu lavori al computer e lui si accuccia in un angolo della camera leccandosi e sonnecchiando. O magari -più probabile- sceglie di passeggiare sulla tastiera e mandare lui quell’importante mail al tuo capo.
Oggetto: asnfiuehwao3qkedf371jnchsdu.

Detto questo, capita che il gatto non ti stia per niente calcolando ma nel momento in cui ti alzi per andare in bagno tac, ti segue. C’è qualche motivo in particolare? In realtà sì, più di uno: scopriamo ora i 7 motivi per cui il gatto ti segue in bagno. 

Curiosità innata del gatto 

Il gatto è un animale curioso per natura. D’altronde abbiamo anche il modo di dire: la curiosità uccise il gatto.

È proprio questa attitudine che ha permesso ai felini, lungo il corso del tempo, di sopravvivere e diventare sempre più scaltri e furbi. Scoprendo rischi e pericoli intorno a loro hanno imparato fino a dove possono spingersi, quali cose possono far loro del male e quali, invece, sono alla loro portata. 

Questa indole curiosa ed esplorativa porta i gatti a voler scoprire ogni angolo nascosto, anche nell’ambiente domestico. Avrai già potuto sperimentare infatti l’odio del tuo gatto verso le porte chiuse. Guai a chiuderne anche solo una! Anche se non aveva il benché minimo interesse di entrare in quella stanza in quel momento, non appena la chiudi diventa il suo unico desiderio. 

Perché i gatti odiano le porte chiuse e perché i gatti ti seguono in bagno hanno la stessa risposta: per essere liberi di esplorare

Se fino ad oggi hai sempre chiuso la porta per andare in bagno, così da assicurarti un po’ di privacy e tranquillità, hai scatenato nel tuo gatto una curiosità estrema verso quella stanza. Chissà cosa c’è di incredibile, chissà cosa mi sto perdendo… È questo che penserà in felinese: possiamo dire che i gatti patiscono un po’ la FOMO di cui si parla tanto ultimamente. 

Poco importa se quella stanza l’ha già vista mille volte quando era aperta e accessibile: una volta chiusa la porta potrebbe nascondere un mondo magico a cui non è ammesso. E così, appena riesce, ti segue in bagno. 

Affetto e compagnia: il gatto ti segue in bagno perché ti vuole bene 

Molto banalmente, il tuo gatto ti segue in bagno perché vuole stare con te. Certo, magari non ti ha calcolato di striscio fino a quel momento e proprio quando avresti bisogno di cinque minuti di privacy vuole stare con te. Ma questo significa avere un gatto. 

La verità è che i gatti sono animali socievoli e amano il contatto, soprattutto con i loro padroni. E questo si riferisce anche ai gatti non troppo coccoloni, quelli che evitano le carezze come la peste: per loro anche solo stare nella stessa stanza significa contatto. 

Un altro motivo inerente è che si preoccupano per te. Se vai in bagno e ti chiudi, i gatti non sanno cosa fai, dove o come stai, se ti sta succedendo qualcosa… E questo scatena la loro preoccupazione e il loro istinto di protezione nei tuoi confronti. È anche per questo che sono incredibilmente felici di vederti sveglio al mattino: perché non sei passato a miglior vita. 

Il gatto ti segue in bagno perché stai fermo

Ebbene sì, uno dei motivi per cui i gatti ti seguono in bagno è che stai fermo. Avrai notato che il tuo micio si avvicina più frequentemente a te quando ti stai rilassando sul divano, quando sei davanti al computer o, comunque, quando sei seduto in un punto.

Ecco, proprio come sul WC. Questo accade perché a loro piacciono questi attimi di quiete, in cui possono avvicinarsi per sedersi sulle tue ginocchia o farti la pasta sulle gambe. 

Un altro motivo per cui lo fanno è il calore che emette il tuo corpo, da cui loro sono incredibilmente attratti. È un po’ lo stesso motivo per cui ti si stendono sulla tastiera o si appostano accanto alla PlayStation quando è accesa. 

In bagno c’è il pericolo “acqua” 

I gatti ti seguono in bagno per preservare la tua vita e la tua incolumità. Non solo perché essendo sparito all’improvviso potrebbe esserti capitato qualcosa, ma perché associano il bagno all’acqua, temibile nemica

Quando sentono provenire da lì il rumore della doccia o del lavandino, il gatto sa di dover correre in tuo soccorso perché stai affrontando un grosso pericolo. 

Naturalmente questo dipende dall’odio naturale che i gatti hanno verso l’acqua, dovuto principalmente da due fattori: 

  • quando i gatti vengono lavati con acqua dal toelettatore perdono il loro odore naturale, con conseguente disorientamento; 
  • l’acqua fresca è vista come una minaccia perché i gatti hanno una temperatura corporea molto alta 

Esistono anche le eccezioni ovviamente, razze di gatti che amano l’acqua e che fanno persino il bagno volentieri. In linea generale, però, non è così.

I gatti ti seguono in bagno per l’odore

Ti sembrerà di dubbio gusto, ma i gatti amano gli odori particolari, diciamo così. Ancora di più se sono i tuoi, e il bagno è la stanza che più ne offre: è qui che ti pettini, che ti lavi e che curi la tua igiene personale, perciò la stanza pullula di odori. 

Anche se tu non li senti, ci sono. Considera infatti che i gatti hanno la bellezza di 200 milioni di cellule olfattive nel naso. Gli umani? Solo 5 milioni. Capirai che ciò che senti tu è solo una piccolissima parte degli odori e dei profumi che sente il tuo gatto!

Questo rientra di certo tra quelli che possiamo considerare i superpoteri del gatto

In bagno ci sono passatempi divertenti (e proibiti) 

Se convivi con uno o più gatti, avrai già avuto modo di conoscere la loro indole giocherellona… e dispettosa. Sanno benissimo cosa possono o non possono fare, ma certi giochi sono semplicemente troppo divertenti per poter resistere! 

Come per esempio aprire il rubinetto del bidet e schizzare l’acqua ovunque con la zampa. Oppure srotolare quell’invitante rotolo di carta igienica per tutta la stanza… Insomma, puoi capire che si tratta di attività irresistibili e quindi, appena ti vede entrare in bagno, il tuo gatto non può fare a meno di seguirti. 

Magari ricorda di chiudere il bagno quando non sei in casa o ti aspetterà un rientro faticoso! 

Il mio gatto mi segue in bagno perché si sente insicuro? 

In generale, i gatti seguono in bagno i padroni per una delle ragioni appena viste. Niente di preoccupante, insomma, si passa dalla semplice curiosità alla voglia di compagnia o di gioco. Ma in alcuni casi la motivazione può essere leggermente più seria: può essere che il gatto ti segua perché si sente vulnerabile e insicuro

Vederti allontanare e sparire dalla sua visuale scatena in lui un senso di scarsa sicurezza, che lo porta a venirti dietro per ottenere protezione. Magari è semplice carattere, o invece può trattarsi di un timore sviluppato a causa di traumi o anaffettività subita in passato. Ad ogni modo, cerca di monitorare il comportamento del tuo micio e, nel caso in cui ci fossero altri atteggiamenti “sospetti”, chiedi consiglio al tuo veterinario di fiducia. 

Alla prossima!

Leggi anche: Quanto deve bere un gatto ogni giorno?

QUI TROVI I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *