I cani possono mangiare l’uva o fa male? 

I cani possono mangiare l’uva o fa male? 

I cani possono mangiare l’uva? Ora che è arrivata la stagione ideale per questo frutto, chiederselo è normale. Anzi, fondamentale: ogni volta che pensi di introdurre un nuovo alimento nella dieta di Fido dovresti sempre chiederti se può mangiarlo. 

Sì, perché non tutti sanno che esistono tanti cibi tossici per i cani, alcuni potenzialmente letali, ma che per noi sono di uso comune. Lo abbiamo visto quando abbiamo parlato delle noci ai cani, per esempio, che sono severamente proibite. Ma l’uva ai cani fa male, invece?

Scopriamolo in questo articolo. 

I cani possono mangiare l’uva? Meglio di no

Cominciamo subito dalla risposta: no, i cani non possono mangiare l’uva. O meglio, sarebbe preferibile evitare di somministrare loro questo alimento. 

Partiamo dal presupposto che per gli esseri umani l’uva è un vero e proprio super cibo. Dal punto di vista nutrizionale, infatti, ha delle caratteristiche e delle componenti fenomenali, che riducono il rischio di obesità, pressione alta, diabete e costipazione. Inoltre è ricca di acqua, e questo la rende un alimento molto importante nel processo di idratazione dell’organismo. 

Fatto sta, però, che esseri umani e cani non sintetizzano gli alimenti allo stesso modo. E mentre per noi è una sorta di terapia naturale, ai cani l’uva fa male… e anche molto. 

Infatti, i cani che ingeriscono dell’uva (quantità poca proporzionalmente al peso del cane) possono andare incontro a gravi intossicazioni e insufficienza renale nel giro di 48-72 ore

Secondo alcune ricerche della APCC, la mortalità per avvelenamento da uva è di circa il 20%.

Perché l’uva fa male ai cani? 

Ma perché l’uva fa male ai cani a tal punto da intossicarli? 

Nonostante i moltissimi studi condotti sull’argomento, il motivo resta tutt’oggi sconosciuto. Ci sono però diverse teorie, una in particolare riguarda alcuni disturbi metabolici. Si ipotizza l’azione di un composto nefrotossico presente all’interno della composizione dell’uva, ma al tempo stesso si possono presentare anche reazioni individuali. 

Infatti, su alcuni cani non si vedono gli effetti negativi dell’ingestione dell’uva. Questo però non deve in alcun modo essere un incentivo a provare, perché è sempre meglio non rischiare. Prendi per vera la frase “i cani non possono mangiare l’uva” senza se e senza ma, per non mettere a rischio la salute del tuo cane. 

Non sono mai state dimostrate differenze di tossicità tra uva di diverso tipo o colore, anche se pare che quella scura abbia un rischio maggiore. Ad ogni modo rimane proibita anche l’uva bianca.

Naturalmente i cani non possono mangiare nemmeno l’uvetta che anzi, a causa della mancanza di acqua può essere pericolosa anche con minori quantità ingerite. 

Quanta uva fa male ai cani? 

Ad oggi non si sa con certezza quale sia la dose tossica di uva per i cani, ma ti basti sapere che ne basta davvero poca

Già 4 o 5 acini di uva possono causare insufficienza renale e l’insorgenza di altri sintomi gravi in un cane di piccola taglia. La dose tossica aumenta in proporzione con il peso dell’animale, ma tieni conto che anche per i cani grandi ne basta poca. 

I cani possono mangiare l’uva? Sintomi dell’avvelenamento

Come abbiamo visto, a seguito dell’ingestione di uva il cane può iniziare a star male nel giro di un paio di giorni. Di solito, comunque, i primi sintomi iniziano a comparire già dopo 2-3 ore dall’ingestione dei chicchi. Si tratta di: 

  • vomito 
  • diarrea
  • agitazione eccessiva
  • anoressia
  • letargia
  • dolore addominale
  • debolezza
  • aumento della minzione (nelle prime fasi) e assenza a lungo andare
  • tremore
  • disidratazione

In poco tempo ogni sintomo peggiora, a causa dell’insufficienza renale. Il danno progressivo ai reni può portare a degenerazione e necrosi tubulare, difficoltà a camminare e a mantenere l’equilibrio. Un’intossicazione del genere può facilmente portare il cane alla morte, perciò non appena vedi i sintomi portalo subito dal veterinario

Il mio cane ha mangiato dell’uva, cosa devo fare?

Se ti accorgi che il tuo cane ha mangiato dell’uva che ha trovato in giro per casa, non perdere la calma ma osservalo e monitora il suo comportamento. Questa situazione è una vera e propria emergenza, perciò l’unica cosa che devi fare è prendere Fido e portarlo dal veterinario

Il medico come prima cosa proverà a indurre il vomito nel cane: se hai agito tempestivamente e l’ingestione è avvenuta entro un’ora prima, questo sarà sufficiente. 

Se però il vomito non arriva o è trascorso più tempo, il tuo cane verrà ricoverato così da poter intervenire con la somministrazione di fluidi via endovenosa e con il monitoraggio dei parametri. 

Purtroppo non è raro che l’intossicazione da uva e uvetta abbia esito fatale per i nostri amati amici a quattro zampe. A volte anche l’intervento più tempestivo non è sufficiente per evitare che l’insufficienza renale si estenda agli altri organi, causando il decesso dell’animale. 

In via generale se dopo 3 giorni di terapia le funzionalità renali non rientrano nel range di normalità, allora non c’è più niente da fare. 

In tutti gli altri casi invece l’animale riesce a sopravvivere, a volte recuperando le piene funzionalità renali, altre volte solo in modo parziale. Con accorgimenti e monitoraggio costante, comunque sia, un cane può vivere bene e a lungo anche con una ridotta funzionalità dei reni. Ci sarà solo da prestare ancora più cura nella sua alimentazione e integrazione. 

L’uva ai cani fa male: conclusioni 

Per concludere, quindi, l’uva ai cani fa male e non dovrebbe essere somministrata loro mai. Anche se in passato ne hanno ingerita un po’ e non hanno avuto alcun effetto indesiderato. Il rischio è così tanto elevato -e la posta in gioco così alta- che non vale la pena azzardare: è della vita del tuo cucciolo che si tratta. 

Se desideri integrare nella sua dieta un po’ di frutta fresca, puoi invece dargli le fragole: è dimostrato infatti che i cani possono mangiare le fragole, con moderazione perché comunque sono alimenti allergizzanti. Puoi dare a Fido anche le pere, ottima fonte di potassio, e le banane: ne andrà ghiottissimo!

Scopri qui se i cani possono mangiare altri elementi comuni nelle nostre case, come: 

E torna a trovarci per scoprire altre curiose e importanti informazioni sul tuo animale domestico: alla prossima! 

QUI TROVI I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *