Come pulire le orecchie al cane: fai da te e prodotti

Come pulire le orecchie al cane: fai da te e prodotti

Prendersi cura dell’igiene del proprio animale domestico è molto importante per proteggerlo da rischi e malattie varie. È per questo che oggi scopriremo come pulire le orecchie al cane, con metodi fai da te e utilizzando i prodotti giusti. 

Che siano corte o lunghe, svolazzanti o ricoperte di pelo non ha importanza: le orecchie del cane sono una parte delicata del suo corpo, che va pulita regolarmente. Infatti, essendo sempre esposte all’azione degli agenti esterni, i rischi a cui vanno incontro sono diversi, e possono essere scongiurati con un po’ di attenzione. Ma come si effettua la pulizia delle orecchie del cane? 

Vediamolo insieme.

Leggi anche: Lavare i denti al cane: metodo e prodotti

Pulire le orecchie al cane: perché è importante farlo

La pulizia delle orecchie del cane deve rientrare tra le attività di igiene regolari per il tuo amico a quattro zampe. La formazione di cerume è normale e, anzi, serve al cane per proteggere il suo apparato uditivo e mantenerlo in salute. Infatti, il cerume è incaricato di catturare le cellule morte di peli, pelle e lo sporco così da poterli trasportare fuori dall’orecchio. 

D’altro canto, però, un accumulo eccessivo di cerume può causare un’infiammazione dell’orecchio, che porta al cane parecchio prurito. Grattandosi compulsivamente, le orecchie del cane diventeranno gonfie, rosse e dolenti: è per evitare questa spiacevole situazione che pulire le orecchie al cane regolarmente è così importante.

Rischi e malattie 

Per i cani, le orecchie sono forse la parte più delicata del corpo. Per alcune razze, inoltre, ci vuole ancora più attenzione, perché risultano più soggette allo sviluppo di malattie dell’apparato uditivo. Parliamo dei cocker, per esempio, e in generale di tutti i cani con le orecchie lunghe e penzolanti. Ma anche i barboncini, e come loro le razze di cani con il pelo riccio. 

Ma quali sono le patologie dell’orecchio a cui rischia di andare incontro un cane? La più comune in assoluto è l’otite, che nel cane si presenta per diverse cause: 

  • Otite batterica, che si tratta con lunghi periodi di cure antibiotiche;
  • Otite micotica, che viene trattata con prodotti specifici;
  • Otite da corpo estraneo, causata dalla presenza di materiali vari all’interno dell’orecchio, come per esempio delle piccole spighe. In questo caso, bisogna procedere con la rimozione del corpo estraneo ed è il veterinario ad occuparsene. 

L’otite però non è l’unico rischio. Altre malattie abbastanza comuni che interessano l’orecchio del cane sono: 

  • Otoacariasi, infiammazione causata dalla presenza di un piccolissimo parassita;
  • Catarro auricolare, che consiste nella produzione eccessiva di cerume

Non sottovalutare, quindi, l’importanza di pulire le orecchie al tuo cane!

Come pulire le orecchie al cane fai da te 

La pulizia delle orecchie del cane è un’attività che può essere affidata al toelettatore o al veterinario, a seconda delle esigenze e delle condizioni del cane. Se il tuo animale non ha problemi particolari, però, nulla ti impedisce di provvedere tu stesso a effettuarla. 

Prima di farlo, devi conoscere la struttura dell’orecchio di un cane, in modo da poterlo trattare con la giusta cura. Le orecchie dai cani sono suddivise in tre parti: 

  • Orecchio esterno, composto da padiglione auricolare e canale acustico esterno
  • Orecchio medio, che consiste in una cavità ossea riempita di aria 
  • Orecchio interno, composto da diversi dotti e canali che confluiscono poi nelle terminazioni nervose 

La prima cosa che devi fare per pulire le orecchie al tuo cane fai da te è ispezionare tutto l’orecchio. In questa fase devi accertarti e verificare che non ci siano lesioni o irritazioni che colpiscono il padiglione auricolare. Se il tuo cane si tira indietro quando lo tocchi, probabilmente sente dolore: meglio evitare e consultare il veterinario. Se invece è tutto okay, verifica anche che non vi siano corpi estranei di alcun genere all’interno dell’orecchio: fili d’erba, spighe o perfino parassiti possono nascondersi qui a lungo. 

Appurato che l’orecchio è libero, fai posizionare il tuo cane in una posizione comoda, e a questo punto puoi procedere con la pulizia. Ecco come: 

  • Prendi un orecchio tenendolo in verticale, con una presa ferma ma delicata.
  • Spremi un po’ di soluzione detergente per la pulizia dell’orecchio del cane all’interno, fino a riempire il condotto uditivo. Attenzione a non toccare l’orecchio con la punta del contenitore, o potrebbe danneggiare la pelle.
  • Massaggia delicatamente la base sotto l’apertura dell’orecchio, per circa 30 secondi. 
  • Rimuovi i detriti dalla parte interna dell’orecchio, servendoti di un batuffolo di cotone. 
  • Procedi con l’altro orecchio

Un aspetto molto importante a cui prestare attenzione è di non andare troppo in profondità: potresti fare male al cane innanzitutto, e in più rischieresti di causare danni all’apparato uditivo.

Come pulire le orecchie al cane… senza farsi odiare

Forse il tuo cane protesta quando è il momento di pulire le orecchie, o forse non riesci a farlo stare fermo in un punto per più di cinque secondi: come pulire le orecchie di un cane che non vuole

Semplicemente, abituandolo a quell’azione come un’attività di routine, che deve fare e per cui poi sarà ricompensato. Un ottimo modo per ottenere questo è dargli dei biscottini di premio ogni volta che hai finito la pulizia. In questo modo, assocerà il fatto di fare il bravo e lasciarsi pulire alla ricompensa che otterrà dopo. Scegli tra i migliori premietti per cani e vedrai che non aspetterà altro che il momento della pulizia! 😉

In generale, per riuscire a pulire le orecchie del cane bisogna riuscire a instaurare un rapporto di fiducia, e scegliere un momento in cui Fido è tranquillo, sereno e in vena di coccole. 

Leggi anche: Comando zampa: come insegnarlo al cane

Quando pulire le orecchie al cane e con che frequenza

Un’altra domanda molto frequente è: quando pulire le orecchie al cane

Dipende molto dal suo stile di vita e dalle attività che gli fai fare. Se lo porti a correre e rotolarsi tra erba e fango, è opportuno pulirgli le orecchie subito, appena tornato a casa, per evitare che lo sporco possa annidarsi in profondità. 

In generale, è bene pulire le orecchie del cane quando emanano un cattivo odore, simile a quello del lievito, e quando c’è visibilmente troppo cerume all’interno. Te ne accorgi anche perché il cane scuote la testa e le orecchie molto più di frequente rispetto al solito. 

Comunque sia, la pulizia delle orecchie al cane va effettuata con una certa regolarità: una volta a settimana è l’ideale. Non di più, o rischi di danneggiare e indebolire il canale, oltre a causare dolorose irritazioni. 

D’altro canto, però, alcuni cani devono ricevere questo trattamento più di frequente. In particolare i:

  • Cani con le orecchie lunghe, perché per la forma che hanno le loro orecchie vi è meno circolazione d’aria all’interno; 
  • Cani che amano nuotare, perché stando spesso in acqua sono più soggetti ai rischi dell’umidità, che può causare infezioni molto facilmente 

Quando affidarsi al veterinario per la pulizia delle orecchie del cane

In alcuni casi è bene lasciare che sia il veterinario ad occuparsi della pulizia delle orecchie del cane. In particolare quando: 

  • L’odore è molto forte
  • Il cerume presenta un colore più scuro del classico giallino, ma tende invece al bruno o al marrone 
  • Le orecchie sono arrossate e dolenti: ti accorgi che gli fanno male perché il cane non se le lascia toccare, ma si scansa subito se ci provi
  • Esce pus o sangue

Questi sono chiari sintomi della presenza di otite, ed è per questo che devi assolutamente contattare il veterinario e lasciar fare a lui.

Che prodotti usare per la pulizia delle orecchie del cane

Se decidi di pulire le orecchie al cane fai da te, sicuramente avrai bisogno di: 

  • Detergente apposito, mirato alla pulizia delle orecchie dei cani. Attenzione: dei cani! Non vanno bene prodotti per gatti o, ancora peggio, prodotti destinati alla pulizia del’uomo. 
  • Batuffoli di cotone 
  • Panno morbido per asciugare 

In alternativa, possono essere utilizzate anche le salviette umidificate apposite. Anche qui, le salviettine per bambini o quelle struccanti non sono neanche da tenere in considerazione. 

Ti lascio qui sotto alcuni prodotti per la pulizia delle orecchie dei cani che puoi trovare comodamente su Amazon: 

Pulire le orecchie al cane con acqua ossigenata

E adesso, prima di concludere, sfatiamo qualche mito dannoso. Il primo è pulire le orecchie al cane con acqua ossigenata: oltre a essere totalmente inutile, è anche potenzialmente dannoso

Se applicata su un orecchio senza tanto cerume in eccesso, l’acqua ossigenata rischia di penetrare troppo in profondità, e causare danni poco simpatici. Inoltre è una sostanza irritante: insomma, proprio no. 

Pulire le orecchie del cane con bicarbonato

In alternativa posso pulire le orecchie del cane con bicarbonato?

No

Anche in questo caso, infatti, parliamo di una sostanza irritante per l’epitelio delicato del condotto uditivo di un cane. Esistono prodotti specifici per trattare questa parte così delicata del corpo di un cane: utilizza quelli ed evita in ogni modo questi rimedi inefficaci e dannosi. 

Vietato anche lavare i denti al cane con il bicarbonato, perché ingerito in quantità medio-alte può essere davvero molto pericoloso per la salute dell’animale.

E ora sai tutto su come pulire le orecchie del cane nel modo migliore, senza causare danni e senza perdere l’amicizia e l’affetto del tuo amico peloso. Torna a trovarci se cerchi altre informazioni che lo riguardano: qui parliamo di alimentazione, di cura e igiene e di comportamento, ma anche di giochi e divertimento per gli animali domestici! 

Clicca qui per tornare all’indice

Leggi anche: Perché i cani leccano i piedi ai padroni? Cause

QUI TROVI I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *