Come lavare i denti al cane: consigli e metodo 

Come lavare i denti al cane: consigli e metodo 

Scopri come lavare i denti al cane nel modo più efficace, anche quando Fido non vuole! 

Il mantenimento di una corretta igiene orale nel cane è fondamentale, dal momento che usano la bocca per comunicare ed esplorare, un po’ come noi facciamo con le nostre mani. 

Eccessivi accumuli di placca e di tartaro, inoltre, non solo contribuiscono all’ingiallimento dei denti e all’insorgenza di alitosi nel cane, ma aumentano anche il rischio di contrarre infiammazioni gengivali, ascessi e carie dentali. Ci sono poi tanti altri problemi fisici che un cane può riscontrare a causa di una cattiva igiene orale, molti legati alla difficoltà di alimentarsi correttamente che, di conseguenza, porta a scompensi nutritivi. 

Oltre a conoscere tutto sulla corretta alimentazione del tuo cucciolo, quindi, devi anche sapere come lavare i denti al cane, quando iniziare a farlo e con quale frequenza. E, se in alcuni fortunati casi Fido si fa fare qualsiasi cosa senza protestare, spesso invece punta i piedi e si oppone a queste cure: come lavare i denti al cane che non vuole

Scopri tutto sull’igiene orale del cane qui con noi su Animali a Casa! 

Leggi anche: Come pulire le orecchie al cane: prodotti e fai da te

Strumenti per lavare i denti al cane

Prima di tutto, per lavare i denti al cane bisogna attrezzarsi a dovere. Oltre ad una massiccia dose di pazienza, soprattutto con i cani più esuberanti e ribelli, ti serviranno anche: 

  • Spazzolino per cani: in commercio ne esistono diverse tipologie, delle forme e dei materiali più disparati. Puoi scegliere quello che preferisci, l’importante è che abbia le setole morbide. Per questo è consigliabile lo spazzolino per cani in silicone, molto ergonomico e con il manico abbastanza lungo per maneggiarlo in comodità. Ricorda di sceglierlo anche della dimensione adatta in base alla taglia del tuo cane. 
  • Dentifricio per cani: anche in questo caso, trovi sul mercato tantissime tipologie di dentifricio formulato su misura per il cavo orale del cane. Ce ne sono di diversi gusti, anche molto accattivanti per Fido: se hai un cane particolarmente schizzinoso, opta per un gusto che sai che potrebbe stuzzicarlo per facilitarti il lavoro.
    Puoi scegliere inoltre tra diverse consistenze: trovi dentifrici per cani in pasta, in gel o anche in formato spray. Il più consigliato sul mercato è il dentifricio Restomyl

Posso lavare i denti al cane con il mio dentifricio? 

Molti si chiedono: “posso lavare i denti al cane con il mio dentifricio?” pensando che, magari, i dentifrici per cani siano solo una trovata di marketing per fare un po’ di soldi. 

In realtà non è così, e infatti la risposta al quesito è: assolutamente no. 

I motivi principali sono due. Il primo è che il dentifricio ad uso umano contiene quasi sempre il fluoro, un minerale molto tossico per la salute del cane. Se ingerito in piccole dosi, il fluoro può causare disturbi al tratto gastrointestinale e sintomi spiacevoli come vomito, diarrea e dolore addominale. Ingerito in quantità maggiori, però, il fluoro diventa praticamente letale per il cane: va infatti ad agire sul sistema nervoso centrale, causando sintomi come: 

  • Spasmo laringeo 
  • Convulsioni 
  • Collasso
  • Shock letale 

Il secondo motivo per cui è vietato utilizzare il dentifricio per umani nel cane è che spesso e volentieri contiene lo xilitolo. Si tratta di una sostanza di uso comune per noi, dato che viene spesso usata per dolcificare chewing gum, caramelle e talvolta anche le bevande zuccherate o “zero”. Come abbiamo visto nell’articolo dedicato agli alimenti tossici per i cani, lo xilitolo può causare molti problemi al loro organismo. In piccole quantità parliamo di sintomi come debolezza improvvisa, vomito, difficoltà di deambulazione. In grandi quantità, invece, il cane va incontro al rischio di necrosi epatica e morte.

Insomma, speriamo di averti spaventato abbastanza sui rischi del dentifricio umano per i cani e che non ti venga mai in mente di utilizzarlo al posto di quello formulato per loro! 

Lavare i denti del cane con il bicarbonato: si può? 

Anche quando abbiamo parlato della pulizia delle orecchie ci siamo trovati a rispondere ad una domanda simile: è possibile lavare i denti del cane con il bicarbonato?

La risposta, come nel caso precedente, è no

Lo sappiamo, su internet è pieno di “ricette” di dentifrici per cani fai da te che prevedono la miscela di acqua e bicarbonato di sodio, ma i veterinari sconsigliano caldamente l’utilizzo di questo ingrediente. 

Perché? Oltre ad essere irritante per l’epitelio, il bicarbonato per i cani è pericoloso se ingerito: in dosi massicce è addirittura letale. Questo perché una volta nell’intestino del cane, il bicarbonato rilascia sostanze gassose e inizia un processo di espansione, lo stesso che fa quando lo usiamo come agente lievitante nei dolci per intenderci. 

In piccole quantità la situazione è gestibile, ma comunque è meglio evitare del tutto l’uso del bicarbonato per l’igiene del cane, soprattutto se si tratta della pulizia dei denti. 

Come lavare i denti al cane: il metodo giusto

Fatte le doverose premesse, adesso vediamo come lavare i denti al cane nel modo più corretto. Armati dei nostri strumenti e di quella dose di pazienza di cui parlavamo prima, è arrivato il momento: da dove cominciare? 

Il primo passo è quello di permettere al cane di prendere confidenza con gli strumenti di “tortura”, in modo che possa vivere l’operazione igiene orale con più tranquillità. Anzi, magari riesce a prendere il tutto come un gioco divertente da fare di tanto in tanto! Per fare questo, lascia che il cane faccia queste due cose: 

  • Assaggiare la pasta dentifricia, in modo che quando la avrà in bocca per la pulizia dei denti il cane sappia già di cosa si tratta. Ricorda di scegliere i sapori più interessanti per i suoi gusti cosicché questo passaggio possa essere facile e indolore (anche per te! 🫠)
  • Giocare con lo spazzolino: anche in questo caso, giocare con lo strumento gli permette di familiarizzare con esso e non scoprirlo per la prima volta durante la pulizia. Sarà più tranquillo nel vedere che lo inserisci nella sua bocca perché sarà qualcosa di già conosciuto. 
lavare i denti al cane

Fatto questo, è arrivato il momento di pulire i denti del cane nell’effettivo. Questi sono gli step per un’igiene accurata ed efficace: 

  • Prelevare una quantità di dentifricio per cani
  • Inserire la mano nella bocca del cane, spalmando sui suoi denti la quantità di dentifricio corretta
  • Iniziare con lo spazzolino partendo dai canini, che sono i denti più facili da pulire 
  • Continuare con molari e premolari, e solo alla fine spazzolare gli incisivi poiché sono i denti più sensibili

Il metodo migliore per lavare i denti al cane è iniziare con piccoli movimenti circolari, muovendo lo spazzolino con delicatezza per evitare di ferire il cane. Solo dopo bisogna spazzolare in senso verticale dall’alto verso il basso per preservare la salute dello smalto. Cerca di entrare nei vari spazi interstiziali, mantenendo un’angolazione di 45° tra spazzolino e denti per poter raggiungere anche il solco gengivale. 

Occupati di un’arcata alla volta, e se riesci cerca di fare una passata anche nella parte interna dell’arcata. Se il cane non è abituato forse opporrà un po’ di resistenza, ma man mano che la pulizia diventerà per lui una routine, ti permetterà di lavorare sempre di più anche sulla parte interna della bocca perciò non insistere troppo. 

Come lavare i denti al cane che non vuole 

Come dicevamo prima, ci sono animali che sopportano meno le operazioni di pulizia, un po’ come il gatto puzzolone che è allergico al sapone! Ecco, in questi casi è consigliabile preferire uno spazzolino da dito in silicone, che si infila proprio come fosse un guanto o un ditale. In questo modo hai più facilità di manovra tu, che anziché reggere lo spazzolino potrai andare direttamente con il dito e pulire più facilmente anche se il cane si muove. 

Se Fido è particolarmente turbato o preoccupato quando arriva il momento dell’igiene, accompagna ogni tuo gesto a parole dolci e complimenti per rasserenarlo. Lasciagli anche molto più tempo per prendere confidenza con gli strumenti e vedrai che, volta dopo volta, lavare i denti al tuo cane sarà sempre più facile.

 Nei casi più difficili puoi anche considerare l’idea di utilizzare i fiori di Bach, dei calmanti naturali che aiutano il tuo cane a trovare la tranquillità necessaria. 

Scopri di più qui: Fiori di Bach per cani: quali sono e come usarli

Ogni quanto lavare i denti al cane?

Oltre al metodo corretto, è anche importante la frequenza dell’igiene orale: ogni quanto lavare i denti al cane

L’ideale sarebbe effettuare la pulizia almeno 1 o 2 volte alla settimana, per evitare la proliferazione batterica e il rischio di infiammazioni gengivali. Se all’inizio il tuo animale sarà un po’ restio a farsi toccare la bocca, inoltre, non riuscirai ad effettuare l’igiene proprio al meglio, perciò questa è la frequenza migliore sia per mantenere la bocca pulita sia per abituarlo. 

Il rinforzo positivo in questo può essere molto utile: snack, premietti e complimenti contribuiranno a fare diventare questa attività un’abitudine, e sarà sempre più facile occuparsene. 

Ricorda che lo spazzolamento dei denti non deve durare più di 2 minuti ogni volta, altrimenti le gengive del cane potrebbero irritarsi e causare dolore e sanguinamento. 

Quando iniziare a lavare i denti al cane? 

Ecco un’altra domanda molto importante: quando iniziare a lavare i denti al cane? Come ben sappiamo, quando i cani sono cuccioli hanno i denti da latte, che sono decidui e iniziano a cadere intorno ai 5-6 mesi. La domanda quindi è: posso iniziare con la pulizia già sui denti da latte? 

, è possibile, anche se serve principalmente per permettere al cucciolo di prendere confidenza con la presenza delle tue mani e dello spazzolino in bocca. 

Attenzione, però, perché quando i cagnolini perdono i denti, un po’ come i bambini, sono soggetti a dolore gengivale: fai piano e con delicatezza!

Oppure, comincia direttamente dopo i 6-7 mesi, quando i denti da latte sono stati sostituiti con quelli permanenti. 

Snack e masticativi per tenere pulita la bocca del cane

L’igiene orale con spazzolino e dentifricio è uno step obbligatorio della cura del cane, per evitare problemi di salute e anche disagi nell’azione di alimentarsi. Questo è chiaro. 

Ma forse non sai che ci sono alcuni prodotti che puoi integrare nell’alimentazione del tuo cane che lo aiutano a mantenere i denti puliti e a ridurre il problema dell’alitosi, molto diffuso a causa proprio della scarsa attenzione a questi aspetti. 

Parliamo dei masticativi naturali, come per esempio il latte di yak, che si presenta come bastoncini di “formaggio” davvero gustosi per Fido, oppure il corno di cervo per cani. Entrambi permettono al cane di “farsi i denti” e mantenere il cavo orale pulito, semplificando anche le operazioni di igiene che devi fare tu. 

Un altro metodo molto simpatico è dare al cane alcuni piselli crudi e surgelati: oltre ad essere un’ottima soluzione per idratare l’animale, servono anche per la pulizia dei denti.

Ti lasciamo qui alcuni articoli interessanti a riguardo:

Detto questo, ora sai proprio tutto su come lavare i denti al tuo cane: preparati perché ci sarà da ridere se lo devi fare per la prima volta! Ma vedrai che, con i suoi tempi, Fido diventerà un vero angioletto durante la pulizia. Continua a seguirci per altre guide sulla cura del cane, ma anche curiosità, informazioni utili e consigli per gli acquisti davvero life-changing per i proprietari di animali domestici. Alla prossima! 

Clicca qui per tornare all’indice

QUI TROVI I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI: 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *