Come insegnare al gatto a non salire sul tavolo: 6 metodi efficaci

Come insegnare al gatto a non salire sul tavolo: 6 metodi efficaci

Ecco come insegnare al gatto a non salire sul tavolo una volta per tutte!

I gatti, si sa, sanno essere dispettosi e sfacciati. Molto spesso sono anche impassibili a occhiatacce e rimproveri: in pratica il gatto si sente il padrone di casa, fa quello che vuole quando lo vuole lui. E una delle sue attività preferite è salire sul tavolo della cucina, zampettando tra le posate e i bicchieri quando è apparecchiato, o lanciando giù gli oggetti che gli stanno più antipatici. Ma perché?

E soprattutto, come non far salire il gatto sul tavolo? Effettivamente quelle sue passeggiate là dove noi mangiamo o cuciniamo non sono proprio la cosa più igienica che ci sia. E per di più possono essere molto pericolose per il nostro micio, che potrebbe ingerire alimenti per lui nocivi. Scopriamo quindi come insegnare al gatto a non salire sul tavolo una volta per tutte: ti offriamo oggi 6 diversi metodi.

Perché il gatto vuole salire sul tavolo? 

Cos’è che attira così tanto il tuo micio dal saltare sul tavolo della cucina e passeggiarci sopra? A tutto c’è una spiegazione, e così anche a questo suo comportamento. 

In realtà sono diversi i motivi per cui i gatti tendono a voler salire sopra i mobili, e in particolare proprio sul tavolo. Lo fanno per: 

  • Istinto e curiosità: semplicemente, è nella loro natura. I gatti sono animali estremamente curiosi, e questa voglia di scoprire tutto, di esplorare ogni angolo della casa e di essere sempre in ogni dove è il motivo per cui salgono sul tavolo. E spiega anche perché i gatti vogliono sempre le porte aperte: sono sempre alla ricerca di sfide.
  • Fame: se il gatto punta il tavolo nel momento in cui inizi a cucinarci sopra, probabilmente ti sta dicendo che è affamato. Un po’ la golosità di tutti i profumini che sente mentre cucini, un po’ il riferimento automatico al momento del suo pasto, lo spingono a salire. Infatti, la cucina è anche il posto in cui vengono tenute le sue pappe, ed è per questo che quando ha fame si aggira in questa stanza cercando di richiamare l’attenzione.
  • Noia: probabilmente il tuo gatto sta cercando qualcosa da fare per passare il tempo. Forse in casa non ci sono abbastanza stimoli per lui, o forse ha già fatto tutto ciò che gli andava di fare e ora vuole solo salire sul tavolo. Un’altra possibilità è che stia cercando la tua attenzione perché si sente un po’ ignorato

Come insegnare al gatto a non salire sul tavolo

Ora che abbiamo capito perché lo fa, come educare un gatto a non salire sul tavolo? Cosa possiamo fare affinché impari a rispettare questa regola? 

Ci sono diversi comportamenti che si possono provare a mettere in atto: 

  • Liberare il tavolo
  • Creare un’alternativa stimolante
  • Dargli da mangiare quando cucini 
  • Associare l’azione a un fastidio 

Liberare il tavolo

Molto spesso usiamo il tavolo come appoggio per qualsiasi oggetto che ci ritroviamo tra le mani. E così quella superficie risulta molto interessante per il nostro micio! Con tutte quelle cose sopra da osservare, annusare e, naturalmente, buttare giù con la zampetta… Salire sul tavolo in questo caso sarà una tentazione irresistibile per lui.

Per dissuaderlo un po’, cerca di tenere sempre il tavolo sgombro quando non ti serve, e soprattutto pulito da residui di cibo e odori dopo i pasti. In questo modo, il tavolo sarà molto meno interessante per il tuo gatto e non sarà così tentato di salirci sopra. 

Creare un’alternativa stimolante 

Abbiamo visto che spesso uno dei motivi che spinge il nostro gatto a salire sul tavolo è la noia, la ricerca di nuovi stimoli. Tra le cose da sapere prima di prendere un gatto c’è il fatto che l’appartamento debba essere a sua misura per farlo vivere sereno e appagato. Ecco perché comprare una torre per gatti potrebbe essere un’ottima idea per creare un’alternativa stimolante: il tiragraffi permetterà al gatto di sfogarsi, divertirsi e soprattutto arrampicarsi!

Considera, infatti, che i gatti sono degli arrampicatori per natura, e magari è proprio la voglia di svolgere questa attività che li porta a salire sul tavolo. Con una torre per gatti bella alta in casa, però, passerà il suo tempo a scalarla e non penserà più al tavolo in cucina. 

Dargli da mangiare quando cucini

Prendi l’abitudine di dare da mangiare al gatto le sue pappe quando inizi a cucinare. In questo modo, gli odori dei vari alimenti che metterai sul tavolo per tagliarli e prepararli non gli importerà più così tanto perché sarà impegnato a mangiare. 

Questo evita anche che si avvicini troppo a cibi tossici per i gatti. Molti non lo sanno, ma tanti degli alimenti che noi umani mangiamo senza problemi, possono fare male ai gatti o essere anche velenosi per loro. Sapevi, per esempio, che non possono mangiare le cipolle? O che il latte -tipicamente amato dai gatti- fa loro molto male? Informati qui su tutti i cibi tossici per i gatti in modo da non correre mai più alcun rischio alimentare!

Associare l’azione a un fastidio

Se ogni volta che il tuo gatto prova a salire sul tavolo fai qualcosa che gli dà fastidio, in automatico con il passare del tempo collegherà le due cose. In pratica, associando l’azione di salire sul tavolo al fastidio che prova per la tua azione, sarà automaticamente scoraggiato a farlo. 

Ma in che modo dargli fastidio? Un’idea è quella di fare rumore: i gatti odiano i suoni forti, soprattutto se improvvisi. Puoi semplicemente battere le mani, o scuotere un barattolo pieno di monete, e il tuo gatto scenderà dal tavolo all’istante.

Ricorda però di non mostrargli mai che cosa ha prodotto quel rumore, o non avrà più effetto le volte successive. 

Un altro metodo per dissuadere il gatto a salire sul tavolo è quello di ricoprirne i bordi di nastro adesivo. Un’altra cosa che odiano i gatti sono le superfici appiccicose, e soprattutto camminarci sopra: il fatto che le zampette si appiccichino li manda in bestia!

Infine, puoi provare a tirare fuori l’artiglieria pesante: la carta stagnola. Devi sapere che i gatti ne hanno una paura matta, e al solo vederla indietreggiano e girano al largo. Non c’è un motivo preciso perché i gatti odino la carta stagnola: forse è per la paura di scivolare nel camminarci sopra, o forse è proprio una fobia irrazionale. Fatto sta che posizionare qualche foglio di alluminio sul tavolo farà desistere il tuo micio dal salirci su. 

Attenzione, però: non tutti i gatti sono uguali. E certi non hanno paura di nulla, o quantomeno non della carta stagnola! Il metodo potrebbe essere inefficace se il tuo gatto è particolarmente impavido. 

Cosa NON fare mai per non far salire il gatto sul tavolo 

Abbiamo visto dei metodi piuttosto efficaci per far scendere il tuo gatto dal tavolo o impedirgli proprio di salire. 

Bene, affidati a quelli. Non urlare contro il micio per sgridarlo, innanzitutto perché non funzionerà: i gatti non sono come noi, e non capiscono l’italiano in questo modo. In secondo luogo, urlare contro il gatto gli farà soltanto venire paura di te, e inizierà a perdere la fiducia verso una figura che prima riteneva sicura. 

Stesso discorso per l’uso della violenza: non picchiare mai il tuo gatto, né per farlo scendere dal tavolo né per qualsiasi altro motivo. La violenza è sempre sbagliata, e quando è inflitta ad un essere innocente è ancora più aberrante. Il tuo gatto inizierà ad odiarti, se userai violenza contro di lui, e avrà ragione. 

Ricorda che sei tu ad aver deciso di prendere un gatto, nessuno ti ha obbligato, e da quel momento la responsabilità di una vita è nelle tue mani: abbine cura. 

Continua a seguirci per sapere tutto sul tuo gatto, dalle migliori scelte per la sua alimentazione alla spiegazione dei suoi buffi comportamenti, qui su Animali a Casa! 

Clicca qui per tornare all’indice

Leggi anche: Perché il gatto muove la coda: le diverse cause

QUI TROVI I NOSTRI ULTIMI ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *